Alicudi e Filicudi: una visita alle isole sorelle delle Eolie

Alicudi e FilicudiSono due tra le isole siciliane più belle. Se vi trovate in vacanza a Milazzo, una visita ad Alicudi e Filicudi potrebbe essere un’ottima idea per un’escursione, o anche un modo per trascorrere un’intera giornata. Visitarle entrambe sarebbe ovviamente la soluzione ideale. Ma se invece il tempo fosse poco e doveste scegliere tra una di queste due?

Meglio essere chiari, la scelta è difficile: le due isole sorelle sono anche le più occidentali delle Eolie, due luoghi che conservano ancora intatti il loro aspetto selvaggio; lo spettacolo delle loro coste frastagliate che sorgono dal mare arricchirà la vostra vacanza. Dal punto di vista dei servizi forse sono quelle meno attrezzate. Ma sono anche le isole dove potrete godere di un relax e di una tranquillità praticamente totali.

Alicudi come isola è abbastanza grande. Una volta arrivati un buon consiglio è quello di noleggiare uno scooter per poterla visitare via terra. Considerando però un particolare: ad Alicudi non ci sono spiagge ma solo costa frastagliata, quindi noleggiare una barca è il modo migliore per scoprirne il mare. Di sera, dopo un certo orario, regnano una pace e un silenzio quasi irreali.

Filicudi è la più “estrema” delle due. Con l’eccezione del porto, qualche piccolo negozio e un hotel, in pratica sull’isola non c’è nient’altro. Interamente fatta di vicoli, piccole scalinate, sentieri che richiedono anche un certo allenamento fisico.

In sostanza, si tratta di due mete per chi desidera camminare nella natura e in panorami incontaminati, un ambiente spartano e selvaggio (e proprio per questo forse non sono indicate per chi si muove con i bambini).

Questo è quanto offrono Alicudi e Filicudi: se per voi non è vacanza senza trekking, passeggiate nella natura ed escursioni in luoghi incontaminati, allora le due isole sorelle delle Eolie fanno al caso vostro. Entrambe comodamente raggiungibili da Milazzo, il primo passo per visitarle è ovviamente prenotare un traghetto.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/em4nu