Palermo: un itinerario lungo le sue antiche porte

Antiche porte di PalermoSi trovano nel centro storico di Palermo. E rappresentano uno dei tanti itinerari che il capoluogo siciliano offre ai suoi visitatori. Si tratta delle “aperture” nella imponente cinta muraria della città, molte delle quali ancora oggi visitabili. Sono le antiche porte di Palermo.

Porta Nuova – Questa è la porta più monumentale della città di Palermo. Si trova alla destra del Palazzo Reale, da un lato affaccia su corso Vittorio Emanuele, dall’altro su corso Calatafimi.

Porta dei Giardini – Si apre tra le fondamenta del Palazzo Reale, sotto le sale del Duca di Montalto. La sua struttura è abbastanza semplice e si tratta più che altro di una posterla.

Porta Mazara – Si trova in piazzetta Montalto. Fu eretta in periodo normanno probabilmente in sostituzione di una preesistente porta araba. Faceva parte della cinta muraria sudoccidentale della città.

Porta Sant’Agata – Nell’omonima piazza, di fronte all’imbocco della via del Vespro.

Porta di Vicari – Detta anche di Sant’Antonio, dal momento che si trova di fronte all’omonima chiesa dedicata al santo. Eretta nel 1789, è di ispirazione neoclassica con il suo impianto a due ali separate.

Porta Carini – Venne edificata nel 1782 allo sbocco di strada del Capo su via Volturno. È composta da due distinti piloni che culminano con un cornicione di vigorosa membratura.

Porta Felice – Si apre allo sbocco di corso Vittorio Emanuele sul Foro Italico. È composta essenzialmente da due grandi pilastroni, di grande e severa compostezza architettonica, che introducevano alla parte nobile della città.

Porta dei Greci – Anche questa sul Foro Italico, davanti al mare, all’uscita di piazza Kalsa. Il portale di accesso è in stile manieristico, sul timpano una volta troneggiava l’aquila bicipite con l’insegna dell’imperatore Carlo V (aquila che oggi si trova nel prospetto dell’edificio del Monte di Pietà).

Porta Reale – Allo sbocco di via Niccolò Cervello su via Lincoln, fu chiamata reale in onore della famiglia che regnava all’epoca.

Questa città può essere scoperta in tanti modi. Perché tanti sono gli itinerari che la attraversano: visitare Palermo in un giorno, cosa vedere vicino a Palermo, e ancora le spiagge più belle di Palermo sono soltanto alcuni. E tra essi va annoverato anche il percorso attraverso le porte antiche di Palermo. L’ennesima dimostrazione che questa è una delle mete preferite da tutti coloro che hanno deciso di trascorrere la vacanze in Sicilia.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/dalbera

Articoli correlati