Leggende, storie e antiche tradizioni: ecco la Befana in Sicilia

Befana in Sicilia

Natale e Capodanno sono due delle feste più importanti della Sicilia. Ma in questo periodo dell’anno c’è un’antica tradizione ancora molto sentita nell’isola: quella della Befana.

  • L’origine. Secondo il racconto popolare, i Re Magi chiesero a una vecchia donna di recarsi con loro a Betlemme per indicargli la strada fino alla grotta dove era nato Gesù Bambino. In un primo momento la vecchia si rifiutò. Poi, pentendosi, preparò un cesto di dolci per farsi perdonare e andò in cerca dei Magi, ma non li trovò. Si fermò in ogni casa regalando dolciumi ai bambini nella speranza di trovare Gesù Bambino. Da allora girerebbe tutto il mondo, nella speranza di farsi perdonare.
  • I pastori. Esiste un’altra leggenda sull’origine della Befana (e sicuramente ce ne sono molte altre). I pastori si stavano recando da Gesù Bambino e invitarono una donna anziana a seguirli. Questa si rifiutò, ripromettendosi di farlo l’indomani. Ma il giorno dopo non trovò più nessuno.
  • Gratteri. In questo Paese in provincia di Palermo la Befana viene chiamata la Vecchia o la vecchia Strina. Il 31 dicembre un ragazzo che impersona la strina (completamente avvolto da un lenzuolo bianco) esce dalla grotta Grattara in groppa a un asinello, dirigendosi lungo un tortuoso sentiero che porta fino al centro abitato. La Vecchia è seguita da un corteo di ragazzi vestiti con abiti tradizionali e con una torcia accesa in mano. Questo singolare corteo attraversa le strade di Gratteri, con la Vecchia che distribuisce dolciumi ai bambini, e termina nella piazza centrale del paese. Si fa in modo che la processione termini poco prima della mezzanotte per brindare insieme all’arrivo del nuovo anno.
  • Bordonaro. Anche in questo quartiere di Messina la tradizione della Befana è molto sentita. Il giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, viene allestito u pagghiaru: intorno a un alto palo sormontato da una Croce vengono disposti rami e altri oggetti colorati, fino a farlo sembrare una sora di albero di Natale; i giovani di Bordonaro provano a scalarlo fino alla cima.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/kintarojoe

Articoli correlati