Tra mare e stile nobiliare: questo è il castello di Falconara

castelli della Sicilia: Falconara

Dove la bellezza dell’architettura nobiliare incontra tutto il fascino del mare e della costa siciliana: ecco, in sintesi, come potrebbe essere descritto il castello di Falconara. Ed ecco qual è la prossima tappa del tour per scoprire i castelli della Sicilia.

 

La storia

  • Originariamente, il castello di Falconara era una torre. Una torre che fu concessa ai Santapau di Butera nel 1362.
  • Quando passò ai principi Branciforti, la torre divenne un castello vero a proprio.
  • Negli ultimi due secoli, il castello fu più volte ristrutturato e ampliato. In particolare, il conte tedesco Giorgio Wilding, innamorato della bellezza del luogo, nei primi dell’Ottocento aggiunse un’intera ala e una terrazza a picco sul mare.
  • Quando il castello divenne, in seguito, possedimento dei Chiaramonte-Bordonaro, fu aggiunta una nuova ala e l’intero complesso divenne una lussuosa dimora signorile.

 

Il castello

Il castello è, a tutti gli effetti, una sorta di quadro. Offre uno spaccato di quella che era la vita misteriosa e, per certi versi, esotica della nobiltà di un tempo. Il castello di Falconara è un susseguirsi di stanze e saloni riccamente decorati, inoltre custodisce quadri, mobili antichi, ceramiche pregiate, trofei di caccia.

 

Come arrivare

Il castello di Falconara si trova lungo la costa meridionale della Sicilia, per la precisione tra Gela (provincia di Caltanissetta) e Licata (provincia di Agrigento), situato in uno scorcio mozzafiato. Per raggiungerlo sia da Gela sia da Licata dovete solo prendere la strada statale 115 e seguire le indicazioni per il castello di Falconara. In entrambi i casi, il viaggio in auto dura circa 20 minuti.

 

Tappa precedente: castello di Donnafugata | Tappa successiva: il castello di Mussomeli

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/pinobarile