Chioschi di Catania: una bibita rinfrescante passeggiando per la città

Chioschi CataniaAvete deciso di concedervi un giorno a Catania. Oppure avete appena cominciato a scoprire le tante anime di questa città antica, barocca, medievale. E mentre passeggiate per le sue strade ammirandone le bellezze perché non concedersi una bibita rinfrescante in uno dei celebri chioschi di Catania?

I chioschi sono una delle principali (e anche celebri) attrazioni culinarie di Catania. Si tratta per l’appunto di piccoli chioschetti dove, specialmente durante i periodi estivi, è possibile fermarsi e sorseggiare alcune delle tipiche bibite che vengono preparate in questa città: ad esempio potreste provare il selz limone e sale (sicuramente il più richiesto), o il selz aggiunto a vari tipi di sciroppi come orzata, menta, ananas, banana e tanti altri.

Qui potete concedervi una piccola pausa prima di ricominciare con il vostro itinerario. O anche potete prendere una bibita e poi riprendere a passeggiare, sorseggiandola mentre ammirate chiese, palazzi e monumenti. Due dei chioschi storici di Catania si trovano in piazza Stesicoro e in piazza del Duomo. A questi bisognerebbe aggiungere almeno quello che si trova in piazza Cavour.

Originariamente c’erano dei venditori ambulanti di bibite che giravano per le strade della città e che vendevano soprattutto lo zammù, ovvero l’anice. Con il tempo l’attività e divenuta, per così dire, stanziale e sono nati i chioschi di Catania: situati in posti strategici, all’ombra, dove i cittadini catanesi possono godersi un po’ di fresco, i chioschi sono delle particolari strutture circolari o quadrate, e dalle aperture i venditori distribuiscono le bevande da loro preparate.

Ufficialmente, il “fenomeno” dei chioschi di Catania è cominciato nel 1896. Da allora ovviamente le cose sono molto cambiate, e i venditori hanno sempre saputo rispondere ai gusti delle persone e alle mode che cambiano. Eppure i chioschi restano una delle attrazioni più tipiche e caratteristiche di questa città, sicuramente da non perdere durante una vacanza.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/leandrociuffo

Articoli correlati