Escursioni da fare a Palermo: in viaggio verso il monte Pellegrino

escursioni Palermo: il monte Pellegrino

Siete degli appassionati di trekking ed escursioni. E avete in programma, tra qualche giorno o tra un po’ di tempo, di concedervi un viaggio a Palermo. Ovviamente, le spiagge della città sono da vedere. Come quella di Mondello. Mentre siete comodamente sdraiati sulla sabbia, alzate lo sguardo: quello che vedete è il monte Pellegrino.

Ovvero una delle escursioni più belle da fare a Palermo. Si tratta di una montagna calcarea, alta 609 metri, che chiude a nord il golfo di Palermo e a sud il golfo di Mondello. In altre parole, questa è una delle zone più belle e più facilmente raggiungibili del capoluogo siciliano.

I principali percorsi pedonali che portano fino alla cima del monte Pellegrino sono essenzialmente tre:

  • il sentiero della Rufuliata e quello della Valle del Porco partono dal parco della Favorita
  • la Scala Vecchia parte da piazza Generale Cascino

Questo se volete concedervi una piacevole passeggiata. Se invece preferite un’escursione un po’ più avventurosa, ci sono numerosi sentieri per il trail running e per il downhill. Inoltre, non è raro vedere alpinisti che praticano la scalata sulle pareti a strapiombo del monte.

Infine, durante questa escursione sul monte Pellegrino ci sono altri due posti che vale davvero la pena vedere, tra i più suggestivi che la città di Palermo possa offrire ai suoi visitatori:

  • le grotte dell’Addaura, situate sul fianco nordorientale del monte
  • il santuario di Santa Rosalia, immerso in una natura selvaggia

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/fabianavernero_miao

Articoli correlati