Fiere dei Morti 2014 in Sicilia: un cannistru di dolci e tradizioni

Fiere dei Morti Sicilia 2014La Commemorazione dei defunti, in Sicilia, è una ricorrenza molto sentita da tutta la popolazione. Si racconta che nella notte tra l’1 e il 2 novembre i defunti facciano visita ai congiunti ancora vivi e portino dolcetti ai bambini. Una tradizione che rivive ancora oggi nelle cosiddette Fiere dei Morti, e che si ripeterà anche nel 2014.

Sono i genitori a prendere i dolcetti da portare ai propri bambini. Dolcetti che possono essere acquistati nelle tante fiere che si tengono nei principali centri abitati dell’isola: tra le Fiere dei Morti più importanti della Sicilia ci sono quelle di Palermo, Agrigento, Catania, Siracusa, Messina, ma molte altre si tengono nei centri abitati più piccoli di tali Province.

Sulle bancarelle delle diverse Fiere dei Morti ci sono giocattoli e oggetti di vario tipo. E soprattutto ci sono i dolcetti tipici di questa ricorrenza:

ossa ri muortu (“ossa di morto”), biscotti fatti di farina, zucchero e cannella;

pupatelli, biscotti alle mandorle ottimi da accompagnare con vini liquorosi;

– taralli ricoperti di zucchero;

nucatoli, dolcetti a base di mandorle e ricoperti da una crema dura a base di zucchero;

totò, biscotti a base di zucchero, cannella e cacao;

‘nzuddi, biscotti di mandorle, arance candite e cannella;

– la frutta di Martorana, dolci realizzati esclusivamente con zucchero e farina di mandorle a cui viene data la forma di un frutto;

– le rame di Napoli, biscotto morbido al cacao e ricoperto da una glassa di cioccolato.

È con questi dolcetti e con ogni altro tipo di leccornia che viene riempito il cannistru, un cesto composto proprio in occasione della Commemorazione dei defunti.

Le Fiere dei Morti in Sicilia solitamente cominciano dopo il 20 ottobre e terminano in occasione del 2 novembre (in alcuni casi la fiera dura fino al 4-5 novembre). Per maggiori informazioni sulle edizioni 2014 si possono consultare i siti Comune.palermo.it, Comune.catania.it, Comune.messina.it, Comune.agrigento.it, Comune.siracusa.it.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/gabrilu

Articoli correlati