Itinerari tematici Sicilia: tutto il fascino di antichi relitti

itinerari tematici Sicilia: archeologia subacquea

L’idea di trascorrere le vacanze al mare in Sicilia è una delle principali attrattive di quest’isola. Ma forse non sapete che questo mare riserva e conserva inestimabili tesori archeologici. Che siate dei diver esperti o alle prime armi, questi itinerari tematici vi faranno scoprire e ammirare tali tesori sommersi.

  1. Capo Grosso (Levanzo) – Un luogo di ancoraggio delle navi romane che vinsero contro la flotta cartaginese. Sul fondo del mare si trovano ceppi d’ancora in piombo.
  2. Cala Minnola (Levanzo) – Un relitto di cui sono visibili un ceppo d’ancora in piombo e numerose anfore.
  3. Cala Gadir (Pantelleria) – Anfore e ceramiche di vario tipo, parti in legno di un antico scafo, un ceppo d’ancora plumbea. Nella zona sono presenti diversi diving center che offrono visite guidate.
  4. Punta Li Marsi e Punta Tre Pietre (Pantelleria) – Una grande concentrazione di ancore, sia antiche che moderne, in pietra e in metallo, adagiate sul fondo del mare di queste due punte.
  5. Cala Tramontana (Pantelleria) – Anfore puniche e greco-italiche, ancore litiche, un ceppo di ancora in pietra in tre parti, una macina e frammenti di ceramica varia.
  6. Punta Falconiera (Ustica) e Basiluzzo (Panarea) – Questi sono due itinerari di interesse storico-naturalistico.
  7. Scopello (Castellammare del Golfo) – Diversi reperti archeologici che si trovano nei pressi dei suoi faraglioni.
  8. Secca di Capo Graziano (Filicudi) – Un interessante museo sommerso a poca distanza dalla secca.
  9. Area marina protetta isola dei Ciclopi (Aci Castello) – Questa immersione si svolge nei pressi del celebri Faraglioni dei Ciclopi.

Per maggiori informazioni su queste “immersioni archeologiche” nel mare della Sicilia, informatevi sempre prima presso l’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana: l’immersione in alcune di queste aree potrebbe essere consentita solo con una guida autorizzata.

E adesso non vi resta che una cosa da fare: prenotare il viaggio su uno dei traghetti per la Sicilia.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/27683973@N08

Articoli correlati