I 7 itinerari turistici consigliati per visitare Palermo: dalle spiagge alla storia

Palermo itinerari turistici consigliati

 

Il capoluogo siciliano è, semplicemente, un posto immenso. Immenso dal punto di vista naturalistico, storico e artistico. Ve ne serve una prova? Ci sono questi sette itinerari consigliati per visitare Palermo: in pratica, a ognuno di loro corrisponde una città sempre diversa e sempre capace di sorprendere.

 

1. In un giorno

Avete a disposizione solo ventiquattr’ore per vedere il capoluogo siciliano, magari perché siete impegnati in un tour della Sicilia occidentale. Il tempo è poco ma è possibile visitare Palermo in un giorno e non perdere nessuna delle sue attrazioni principali: Ballarò, i Quattro canti, la fontana Pretoria, la chiesa della Martorana, la chiesa di San Cataldo, la cattedrale, la Cappella palatina.

 

2. Le spiagge

Per voi, vacanza è sinonimo di sole, mare e tanto relax. Palermo vi offre la possibilità di vivere anche una vacanza di questo tipo. E la potrete vivere ogni giorno su un litorale diverso: tra le spiagge più belle di Palermo ci sono Addaura, Mondello, punta Raisi e capo Rama, solo per citare le più famose.

 

3. I dintorni

Palermo sarà il punto di partenza della vacanza: avete intenzione di girare molto e visitare i dintorni del capoluogo siciliano. Allora, dopo aver trascorso il primo giorno in città, le tappe dell’itinerario sono:

  • Cefalù
  • parco delle Madonie
  • Isola delle Femmine
  • Segesta

 

4. A piedi

Camminare, vedere sempre posti nuovi, sorprendervi a ogni svolta ammirando una chiesa, una fontana, uno scorcio che non vi sareste mai aspettati. In poche parole, vi piace esplorare una città muovendovi a piedi. In questo caso, ci sono quattro itinerari attraverso le strade, le piazze e i monumenti di Palermo:

  • da corso Calatafimi a Monreale
  • dal Teatro massimo al mare
  • i tesori della Loggia
  • da via Roma alla Marina

 

5. L’anima araba

Il periodo della dominazione islamica è stato uno dei più importanti nella storia del capoluogo siciliano. Un periodo che ha lasciato dietro di sé diverse quanto inestimabili testimonianze. Da scoprire seguendo questo itinerario per vedere la Palermo araba: Kalsa, Lattarini, qanat, cattedrale, Zisa, Cuba sottana.

 

6. L’anima normanna

Le influenze romaniche, musulmane e bizantine sono indissolubilmente legate e mischiate per dare alla Palermo normanna quel suo stile architettonico inconfondibile. Come dimostrano, tra gli altri esempi, chiesa di San Giovanni degli Eremiti, chiesa della Martorana e Cappella palatina.

 

7. La Palermo nascosta

Fino a questo momento abbiamo parlato degli aspetti più noti della città. Ma c’è un’altra Palermo. Una Palermo nascosta, poco conosciuta, insolita. Fatta di posti affascinanti e peculiari come i qanat e le camere dello Scirocco. O come i luoghi della Palermo sotterranea.

 

Scelto il vostro itinerario preferito tra i sette che abbiamo appena consigliato? Allora adesso resta solo una cosa da fare prima che la vacanza possa iniziare: prenotare in tempo il viaggio in traghetto.

 

Fonte immagine: Di askii – Palermo’s Quattro CantiUploaded by Rybec, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=24691860

Articoli correlati