Milazzo, la città tra i due golfi: le 7 spiagge più belle

spiagge Milazzo

Una località della Sicilia tutta da vivere. Un piccolo comune che sorge tra due golfi, quello omonimo e il golfo di Patti. Un luogo dove potersi rilassare e godersi il sole, il mare e la tranquillità. Basta soltanto scegliere quella che si preferisce tra le spiagge di Milazzo. Come queste sette, che possono essere considerate le più belle.

 

Le spiagge più belle

  1. Spiaggia di Ponente. Probabilmente la più celebre tra le spiagge di Milazzo, e anche tra le più frequentate e attrezzate, composta da piccoli sassolini bianchi e levigati. Il mare, inutile dirlo, è da cartolina. Inoltre la spiaggia di Ponente è quasi tutta libera, in alternativa ci sono diversi lidi. Una spiaggia per tutte le età e per tutti i gusti, adatta tanto a chi cerca relax quanto a chi vuole divertimento.
  2. Spiaggia della Vaccarella. Il posto dove recarsi se si vuole vivere l’atmosfera antica di Milazzo. Questa spiaggia, infatti, sorge in una zona di pescatori, ed è caratterizzata dal gran numero di barche ferme lungo la riva, e dalle reti che vengono stese al sole ad asciugare.
  3. Croce di Mare. Per gli abitanti di Milazzo, questa è la località di balneazione più antica in assoluto, e in molti casi anche la preferita. Croce di Mare è una spiaggia molto varia: un tratto è sabbioso mentre un altro è caratterizzato dalla presenza di ciottoli, e verso la fine ci sono degli scogli. È proprio su uno degli scogli che si trova la piccola statua di una Madonnina.
  4. Baia Paradiso. Il nome ha un duplice motivo: il primo è la bellezza del luogo, il secondo è un’effige della Madonna del Paradiso conservata in una cappella privata che sovrasta la baia (raggiungibile solo dal mare). Il fondale è sabbioso, ricco di posidonie, e l’acqua è così trasparente che il fondale è visibile anche dall’alto.
  5. Baia della Renella. Un luogo piccolo e incantevole. Da un lato c’è una spiaggetta di sabbia bianca e fine. Dall’altro c’è lo spettacolo rappresentato dalla vista delle isole Eolie che si vedono all’orizzonte.
  6. Baia del Tono. I milazzesi chiamano ancora questa spiaggia con il suo antico nome: ’Ngònia. È il tratto finale del lungomare di Ponente. La spiaggia è quasi tutta dritta, verso la fine poi si curva in un costone roccioso con delle scogliere. Sicuramente tra le più belle della città.
  7. Piscina di Venere. Il nome è già tutto un programma. Si tratta di uno specchio d’acqua incastonato tra rocce frastagliate che arrivano fino al mare e che sembrano quasi abbracciarlo. Raggiungere la Piscina di Venere non è semplicissimo ma lo spettacolo, ve lo possiamo garantire, è impareggiabile.

 

Cosa vedere

Le spiagge sono tanto ma non sono tutto di questa vacanza. Perché le cose da vedere a Milazzo sono molte di più: ad esempio, come il borgo antico, il castello, il duomo vecchio e il duomo nuovo. Del resto, questa città è famosa proprio perché riesce a combinare una storia antica e una natura mozzafiato.

 

Come arrivare

Tutto quello che dovete fare è prenotare un traghetto per la Sicilia.

  • I traghetti per Milazzo partono, principalmente, da Napoli e da Vibo Valentia.
  • In alternativa, potete scegliere di arrivare a Messina e, da qui, dovete prendere la E90 in direzione est e uscire a Milazzo-Isole Eolie. Il viaggio in auto, che potete imbarcare sul traghetto, dura circa quaranta minuti.

 

Isole Eolie

Fatevi dare un altro suggerimento. Perché da Milazzo partono i traghetti per portano i visitatori verso le cosiddette sette sorelle: approfittate di questo viaggio anche per scoprire le isole Eolie.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/bedesign

Articoli correlati