Alla scoperta di 4 spiagge selvagge della Sicilia occidentale

le migliori spiagge selvagge della Sicilia occidentale

Per conoscere il lato meno noto dell’isola, vale la pena esplorare queste 4 spiagge selvagge della Sicilia occidentale e viverne l’atmosfera unica ammirando tramonti mozzafiato e gustando la quiete del paesaggio.

Il viaggio parte da qui.

  1. Punta della Capreria: all’interno della Riserva naturale dello Zingaro, tra Castellammare del Golfo e San Vito lo Capo è possibile scovare questa baia di enorme bellezza. Un angolo di sabbia e ciottoli intimo e riservato dove potersi abbandonare ad un senso infinito di pace e benessere.
  2. Spiaggia dell’isola dei conigli: è una delle località più belle di tutta la Sicilia, parte dell’isola di Lampedusa. L’arenile è bianco e sottile mentre il paesaggio circostante impervio e ricco di vegetazione tipica della macchia mediterranea. Il mare limpido e incontaminato regala emozioni uniche e un senso di pace impagabile. Consigliata in bassa stagione.
  3. La spiaggia di Scopello: il luogo ideale per chi desidera ritrovare un po’ di quiete, in un posto caratterizzato da una bellezza autentica e primitiva. L’acqua azzurra e limpida invita a lunghe nuotate, il litorale è piuttosto roccioso ma facilmente accessibile ed offre una visuale caratteristica sui faraglioni.
  4. La spiaggia di Capo Gallo: tra le spiagge selvagge della Sicilia occidentale che meritano sicuramente attenzione da parte del viaggiatore c’è quella di Capo Gallo, poco fuori Palermo. Qui la natura regala il meglio di sé: acque cristalline, fondali trasparenti, pesci e vegetazione, e un senso di tranquillità da fine del mondo. La scogliera è arricchita dalla presenza di grotte marine come quella dell’Olio e quella della Regina.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/geppo_01

Articoli correlati