Il Teatro Massimo di Palermo: uno dei più grandi in Europa

Nel pieno centro storico di Palermo, lungo uno degli assi principali della città, il teatro Massimo è un edificio imponente e raffinato, composto da archi e colonne che conferiscono un’aria elegante e fuori dal tempo. Appare infatti come un vero e proprio monumento, il primo teatro in grandezza in tutta Italia e uno dei più importanti in Europa, in cui si sono esibiti alcuni tra i più grandi artisti della lirica del panorama internazionale. In questo articolo entreremo fra le lussureggianti sale del Teatro Massimo di Palermo, respirando atmosfere magiche d’altri tempi.

 

Il Teatro Massimo di Palermo, uno dei più grandi in Europa:

 

La storia del Teatro Massimo

La realizzazione del Teatro Massimo incominciò il 12 gennaio 1875 nell’area in cui precedentemente sorgevano la Chiesa e Monastero delle Stimmate, la Chiesa e Monastero di San Giuliano, e la Chiesa di Sant’Agata. Dopo un lungo e complicato bando pubblico, la città affidò il progetto architettonico a Giovan Battista Filippo Basile e, quando venne a mancare nel 1891, a suo figlio Ernesto.
Il teatro fu inaugurato ufficialmente il 16 maggio 1897 con il Falstaff, l’ultima opera di Giuseppe Verdi, diretta da Leopoldo Mugnone. Con i suoi 7730 metri quadrati era il terzo teatro più grande d’Europa dopo i teatri dell’Opera di Parigi e Vienna.
All’inizio l’attività teatrale fu affidata a società private che si alternavano di anno in anno, fino a quando il decreto del Ministro della Cultura Popolare del 1935 fondò l’Ente Teatrale Autonomo, rinominato l’anno successivo Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo.

 

Cosa vedere al Teatro Massimo: le sale

Il Teatro Massimo è un edificio signorile che all’esterno si ispira alle strutture geometriche tipiche dell’architettura greca e romana. All’interno, le meravigliose sale rispecchiano il prestigio e la grande cura dell’opera dei Basile.

La Sala Grande, la più grande e dedicata ad ospitare 1.247 spettatori, è comprensiva di 31 palchi e loggione. Il soffitto è dominato dalla “Ruota simbolica”, di Luigi Di Giovanni su progetto di Rocco Lentini.

Il Palco Reale, posto al centro del secondo ordine di palchi, è dotato di 27 posti ha un foyer privato, il Salotto del Re Troverai rivestimenti in mogano, l’arredamento in broccato rosso e un lampadario di Murano. Sulle porte d’ingresso e sul capitello si può notare lo stemma sabaudo. Qui vengono prenotati incontri, cocktail e cene private.

All’interno del Teatro vi è la Sala ONU, che deve il suo nome alla Conferenza Mondiale dell’ONU sulla criminalità organizzata del 2000. Ti colpirà il soffitto a vetri e le 14 colonne in legno di ciliegio sormontate da capitelli corinzi.

Poi c’è la Sala Pompeiana, i suoi meravigliosi affreschi  e dettagli architettonici progettati secondo il numero 7 e i suoi multipli. La sua particolare acustica permette di aumentare il riverbero della voce man mano che ci si avvicina al centro della sala. È la cornice ideale per mostre e cene private.

Un’altra sala particolare è Sala degli Stemmi, che ricorda vagamente i salotti ottocenteschi, con le sue pareti affrescate e le finestre sullo splendido centro storico. Il suo nome deriva dagli stemmi delle nobili famiglie siciliane. Oggi viene utilizzata per conferenze, concerti e cene ad alto livello.

Il Palco Bellini era un tempo il ritrovo della nobiltà, cornice perfetta per feste e ricevimenti. Oggi sulle sue pareti si trovano fotografie autografate da numerosi artisti.

Infine, il foyer, dalla pianta rettangolare e custode delle sculture di Salvatore Valenti. Qui troverai il busto in bronzo di Gian Battista Filippo Basile, opera dello scultore Antonio Ugo. Qui puoi assistere a concerti e mostre.

 

Visitare il Teatro Massimo

Potete visitare il teatro tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00, l’ultima visita disponibile alle 18:30. I singoli visitatori e i gruppi di almeno 10 persone possono contattare la struttura online o acquistare i biglietti in sede. Le visite guidate durano circa 40 minuti e attraversano le prestigiose sale del Teatro Massimo: il Salotto del Palco reale, la Sala Pompeiana, la Sala degli Stemmi e il foyer.
È possibile visitare anche il palco e il Dietro le Quinte, tutti i giorni e con un piccolo sovrapprezzo al costo della visita standard.
La visita è parzialmente accessibile alle persone con ridotta capacità motoria o in sedia a rotelle.
Infine, è possibile organizzare un aperitivo all’interno del salottino del Re annesso al Palco Reale, da un minimo di 15 persone ad un massimo di 30.
Per informazioni, contatti e dettagli sulle prenotazioni, potete visitare la pagina web dedicata.

 

Photo Credits
Foto di Bjs da Wikimedia

Articoli correlati

9 Maggio 2024

Posti da Visitare

Tour di 5 giorni in Sicilia sud orientale: ecco cosa fare

25 Marzo 2024

Posti da Visitare

Weekend di primavera a Enna “l’ombelico della Sicilia”: cosa fare e vedere

11 Marzo 2024

Posti da Visitare

Vacanza benessere in Sicilia: le terme di Segesta

Prenota il traghetto per la Sicilia al miglior prezzo su TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni