Siracusa e i luoghi di Archimede

Siracusa è legata fortemente alla figura di Archimede. Non solo perché gli diede i natali, ma perché il suo genio poliedrico è stato cruciale per comprendere la fisica e della meccanica di oggi. Se Siracusa ha potuto resistere più a lungo del previsto all’assedio degli antichi romani è stato merito anche delle sue straordinarie invenzioni belliche. Oggi la città lo celebra attraverso luoghi e monumenti che ne raccontano al storia e la personalità.

 

Siracusa e i luoghi di Archimede:

Archimede: il genio di Siracusa

Archimede di Siracusa è uno dei personaggi più iconici della storia dell’umanità. Nacque proprio nella città siciliana e visse nel III secolo a.C., quando la Sicilia era sotto il dominio ellenico. Matematico, fisico e ingegnere, lasciò in eredità al mondo moltissime opere, trattati e postulati: a lui si deve il famoso Principio di Archimede che descrive l’interazione di un corpo immerso in un fluido, il calcolo del Pi Greco, il Principio della Spirale e molto altro.

Fu una figura cruciale nella guerra contro i romani nel 214: a lui si devono straordinarie invenzioni belliche come le baliste o le macchine in grado di lanciare massi e giavellotti a lunga gittata, secondo il Principio delle Leve. Ad Archimede si attribuiscono anche invenzioni avvolte dalla leggenda, come gli Specchi Ustori in grado di bruciare le navi romane durante l’assedio. Secondo alcune fonti, una serie di specchi  furono disposti per convergere i raggi del Sole verso un singolo obiettivo. Questo sistema di specchi rotanti poteva in questo modo bruciare il legno delle imbarcazioni e consentire ai siracusani di resistere il più possibile all’assedio.

Insomma, Archimede ha contribuito a proteggere Siracusa e le sue invenzioni sono ancora oggi studiate e ricercate. Non a caso, proprio nella Siracusa di oggi, si possono trovare alcuni luoghi dedicati a questo grande genio della storia dell’umanità.

 

Il monumento ad Archimede

Siracusa celebra uno delle più illustri menti della storia con un monumento alto più di 3 metri, inaugurato nel 2016 e realizzato dalla collaborazione dallo scultore Pietro Archese e dall’architetto Virginia Rossello. Si tratta di una statua di bronzo di Archimede che regge un compasso, posto sopra un basamento di pietra bianca che richiama lo Stomàchion, un gioco geometrico inventato da Archimede i cui elementi, secondo intuizione, possono comporre un quadrato. Su ogni elemento è inciso il simbolo di una teoria elaborata dallo scienziato.

 

La Tomba di Archimede

Si dice che Archimede sia stato sepolto in una zona del Parco Archeologico di Neapolis in Via del Teatro Greco, ma non vi è alcuna certezza in merito. In molti hanno cercato di risalire al luogo reale in cui giacevano le spoglie del grande genio, tra cui Cicerone. Viaggiò alla ricerca della tomba di questo grande inventore e affermò di averla trovata, ma non nell’odierno parco archeologico.

 

Il Tecnoparco di Archimede

Proprio nei pressi del Parco Archeologico di Neapolis, a 200 metri dal Teatro Greco, si trova il Tecnoparco dedicato alle opere più importanti del grande Archimede. Uno spazio aperto allestito con le riproduzioni attribuite allo scienziato, come l’orologio ad acqua e gli specchi ustori. È particolarmente apprezzato dai bambini.

 

Il Museo di Leonardo da Vinci e Archimede

Ad Ortigia, nell’ex Convento del Ritiro, si può visitare un grande omaggio a due menti geniali in un museo che riproduce le loro invenzioni più importanti, rendendole anche interattive. Il Museo di Leonardo da Vinci e Archimede ha un’intera sezione dedicata proprio a quest’ultimo, che raccoglie creazioni come la Spirale, la Bilancia e la Coclea, oltre a tantissime macchine funzionati che all’epoca erano considerate grandi opere d’ingegneria.

 

Monumento al PI Greco, allo Stomàchion e alla Spirale

Camminando per Siracusa non si può evitare di notare quanti omaggi siano stati creati ad Archimede e al suo contributo nella storia e nelle scienze. Potreste imbattervi nel Monumento al PI Greco nell’aiuola di largo Calipari, una riproduzione in grande della lettera greca del noto calcolo matematico. In via Capodieci non bisogna perdersi la riproduzione dello Stomàchion. Infine, è d’obbligo una visita alla Spirale Archimedea situata vicino a Fonte Aretusa e realizzata dagli studenti della Scuola Superiore di Architettura di Siracusa sul pavimento della piazzetta.

Se volete visitare Siracusa per conoscere meglio la figura di Archimede, prenotate il vostro biglietto per il traghetto verso la Sicilia. Utilizzate il nostro comparatore di traghetti online e scegliete la tratta che fa per voi. Non dimenticate di controllare tutte le offerte disponibili.

 

 

Photo Credits
Foto di Carlo Pelagalli da Wikimedia

Articoli correlati

9 Maggio 2024

Posti da Visitare

Tour di 5 giorni in Sicilia sud orientale: ecco cosa fare

25 Marzo 2024

Posti da Visitare

Weekend di primavera a Enna “l’ombelico della Sicilia”: cosa fare e vedere

11 Marzo 2024

Posti da Visitare

Vacanza benessere in Sicilia: le terme di Segesta

Prenota il traghetto per la Sicilia al miglior prezzo su TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni