Traghetti per la Sicilia: tutte le informazioni utili per raggiungere la Sicilia in traghetto

Traghetti per la Sicilia: tutte le informazioni utili per raggiungere la Sicilia in traghetto

La Sicilia è una terra ricca di storia, di fascino e di bellezza, che ogni anno richiama milioni di turisti. Il modo più suggestivo di raggiungere l’Isola, situata nel cuore del Mediterraneo, è senza dubbio quello di approdarvi via mare. Si può arrivare in Sicilia approdando in differenti porti, in diversi periodi dell’anno. Ecco alcuni consigli e alcune informazioni utili per raggiungere la Sicilia in traghetto partendo dall’Italia, e non solo.

 

Partire per la Sicilia in traghetto

La rotte in traghetto e aliscafo dirette in Sicilia sono servite da differenti compagnie di navigazione: Caronte & Tourist, GNV, Grimaldi Lines, Liberty Lines, Siremar, SNAV, Tirrenia e TTT Lines.

Prendere il traghetto da Villa San Giovanni

La Sicilia è un’isola ben collegata con l’Italia e con i principali porti del Mediterraneo. Il porto principale che collega l’Isola con il resto dello Stivale è il porto di Villa San Giovanni, comune della città metropolitana di Reggio Calabria. Dal porto calabrese partono diverse traversate giornaliere per la Sicilia, nello specifico dirette verso il porto di Messina. Generalmente, la traversata in traghetto da Villa San Giovanni a Messina ha una durata di circa 20 minuti.

Prendere il traghetto dai principali porti italiani

La Sicilia è ben collegata con i principali porti italiani. È possibile raggiungere la Sicilia in traghetto partendo da Napoli e Salerno (Campania), da Civitavecchia (Lazio), da Cagliari (Sardegna), da Livorno (Toscana) e da Genova (Ligura).

Prendere il traghetto dai principali porti stranieri del Mediterraneo

I porti della Sicilia sono collegati a diversi porti internazionali mediterranei come quello di La Valletta (Malta) e Tunisi (Tunisia).

 

Arrivare in Sicilia in traghetto

Le navi dirette in Sicilia approdano nei principali porti dell’Isola: il porto di Messina, di Palermo, Trapani, Catania, Pozzallo, Milazzo e Porto Empedocle.

Scegliere da quale porto imbarcarsi

Per raggiungere la Sicilia è possibile imbarcarsi da diversi porti italiani, del Nord, del Centro e del Sud Italia. Ogni porto ha collegamenti differenti con i principali porti siciliani.
Dal porto di Genova partono traghetti generalmente diretti verso Palermo. La traversata ha una durata di 20 ore.
• Dal porto di Civitavecchia si raggiungono i porti siciliani di Palermo e Termini Imerese.
• Il porto di Cagliari è collegato con Palermo
• Il porto di Napoli offre collegamenti con diverse destinazioni: Catania, Palermo, Milazzo e i porti dell’arcipelago delle Isole Eolie,
• Dal porto di Salerno partono traghetti e aliscafi per Catania, Palermo e Messina.
• Dal porto di Reggio Calabria non partono solo traghetti diretti a Messina, ma anche verso le isole dell’arcipelago delle Isole Eolie: Lipari, Salina e Vulcano.

 

Quando partire per la Sicilia in traghetto

La Sicilia è raggiungibile via mare ogni giorno, in ogni periodo dell’anno. I collegamenti sono sempre garantiti. Tuttavia, bisogna tenere da conto che il numero delle partenze di traghetti e aliscafi è influenzato dalla stagionalità. Nella stagione estiva il numero delle partenze giornaliere tende a salire. Generalmente le partenze vengono distribuite lungo tutto l’arco della giornata, offrendo un’ampia scelta anche per quanto concerne gli orari.

Regole d’imbarco per i traghetti per la Sicilia

Per salire a bordo di un traghetto diretto verso la Sicilia bisognerà disporre del corretto titolo di viaggio e di documenti di identità in corso di validità. Si consiglia di presentarsi al molo d’imbarco con circa 30 minuti d’anticipo rispetto alla partenza. È possibile viaggiare con i propri animali domestici, purché muniti di biglietto e di documenti sanitari che ne attestino lo stato di salute e le avvenute vaccinazioni. I cani a bordo dovranno essere tenuti al guinzaglio e quelli di grossa taglia dovranno indossare una museruola. Potranno stazionare solo in aree designate al trasporto animali, nel rispetto degli altri passeggeri. Altri animali di piccola taglia, come i gatti, dovranno essere collocati in appositi trasportini.

 

Imbarcare l’automobile o altri automezzi

Buona parte dei traghetti diretti verso la Sicilia offrono la possibilità di imbarcare un’automobile, una motocicletta, un camper, una roulotte e altri tipi di automezzi. Occorrerà specificare la cosa al momento della prenotazione, indicando il modello del veicolo da imbarcare. Per imbarcare un mezzo privato a bordo si consiglia di presentarsi al molo d’imbarco con circa 90 minuti d’anticipo, seguendo le indicazioni dello staff di bordo. Una volta parcheggiato il veicolo bisognerà chiudere le porte e lasciarlo per tutta la traversata.

 

Quando e come prenotare i biglietti per il traghetto in Sicilia

Si consiglia di prenotare i biglietti per il viaggio in traghetto con circa due mesi d’anticipo rispetto alla data di viaggio prevista. In questo modo potrai approfittare delle offerte più vantaggiose per raggiungere la Sicilia via mare. Usa il comparatore TraghettiPer per scoprire tutte le offerte a disposizione. Prenota online e ricevi subito i tuoi biglietti via email in pochi clic!

Photo Credits:
Foto di PublicDomainPictures per Pixabay

Articoli correlati

16 Maggio 2024

News & Info

Cosa vedere a Milazzo e dintorni

2 Maggio 2024

News & Info

Come arrivare da Roma alla Sicilia in nave: le info più importanti da sapere

26 Aprile 2024

News & Info

Sicilia in kayak: ecco dove andare

Prenota il traghetto per la Sicilia al miglior prezzo su TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni