Vacanze accessibili in Sicilia: i migliori posti da visitare

Sicilia: mare, spiagge, natura, cultura, storia…e accessibilità. È una delle mete ideali per progettare una vacanza perfetta, soprattutto per chi ha disabilità motorie o sensoriali, poiché le iniziative di inclusione per facilitare l’accesso ai luoghi di maggiore interesse sono sempre più numerose nel territorio. Fra città, parchi archeologici, riserve naturali, si possono vivere itinerari da sogno adatti a tutti per creare ricordi indimenticabili. Raggiungere tutte queste meraviglie è facile, basta prenotare un traghetto verso la Sicilia, approfittando in tempo reali delle offerte sulle tratte disponibili e sulle tariffe più convenienti.

 

Vacanze accessibili in Sicilia, i migliori posti da visitare:

 

Siracusa, area archeologica e centro storico

Siracusa è senza dubbio una delle città pi accessibili della Sicilia a cominciare dall’area archeologica di Neapolis è ben collegata da navetta e gratuita per persone con disabilità. All’interno è possibile accedere al Teatro Greco, all’Anfiteatro Romano e un accesso dedicato consente di visitare l’Orecchio di Dioniso e le Latomie del Paradiso. Anche la splendida isola di Ortigia è facilmente accessibile grazie alla grande area pedonale, ed è possibile accedere al Duomo da un accesso alternativo alla scalinata frontale: si tratta di una rampa, all’interno del cortile dell’Arcivescovado. Proprio in piazza Duomo è stata resa accessibile, tramite apposita rampa, la Chiesa di Santa Lucia alla Badia.

Oltre alle disabilità motorie, Siracusa accoglie anche persone con diverse altre esigenze specifiche. Sempre nell’isola di Ortigia, nello spiazzale della Fonte Aretusa c’è una targa in braille che racconta la storia e il mito di quel luogo. In generale, sono stati creati percorsi in Lis (lingua italiana dei segni) in luoghi come la Cattedrale di Siracusa, il castello Maniace, le Latomie dei cappuccini, la chiesta di Santa Lucia alla Badia, la chiesa di San Giovanni e le Catacombe, il Santuario della Madonna delle Lacrime, il museo archeologico Paolo Orsi, e ovviamente, tutto l’intero parco archeologico di Neapolis.

 

Valle dei Templi ad Agrigento

La Valle dei Templi di Agrigento è la culla della civiltà e della storia antica, la tappa obbligata di chi ha intenzione di visitare la splendida Agrigento. Essendo un luogo assolato in cui i dislivelli sono numerosi, bisogna prestare molta attenzione nel visitarlo se non si hanno le giuste accortezze. Tuttavia, è stato recentemente operato un intervento di restyling della cartellonistica e una serie di passaggi accessibili per visitatori in carrozzina, tra cui la grande passerella che dal Tempio della Concordia raggiunge il Tempio di Giunone. Inoltre, è disponibile il servizio di noleggio gratuito di carrozzine elettriche per persone con disabilità motoria, da prenotare almeno un giorno prima dell’accesso al sito e da restituire entro le tre ore dal noleggio.

Uno dei tanti interventi per rendere questo sito archeologico dal fascino suggestivo accessibile a tutti, e il primo di tante iniziative per abbracciare tutti gli ospiti con disabilità fisiche, sensoriali e cognitive. Sono previsti infatti anche videoguide in Lis e segnaletica in Braille.

 

Parco dell’Etna

Il Parco dell’Etna si trova in Sicilia orientale e prende il nome proprio dal Vulcano che protegge e custodisce, in un ambiente in cui dominano la natura rigogliosa e le peculiarità di una della terra fertile, con tutti i suoi frutti. Le escursioni nel Parco dell’Etna portano visitatori alla conoscenza della flora, della fauna, dei cambiamenti geologici avvenuti era dopo era, delle tradizioni enogastronomiche del territorio.
Questa bellezza può essere vissuta da tutti grazie ad uno dei sentieri più noti, il sentiero Gurrida, nel versante nord-ovest dell’Etna nel territorio di Randazzo. Si trova nei pressi dell’omonimo lago, in una zona meravigliosa e umida in cui è possibile ammirare molte specie di uccelli migratori in inverno e in primavera. Il panorama è dominato dall’imponente Etna che si specchia nell’acqua.

 

Mare e spiagge accessibili

Non si può progettare una vacanza in Sicilia senza considerare il suo mare cristallino, chi possiede una disabilità non potrà fare a meno di godersi alcune delle più belle spiagge accessibili delle coste mediterranee. Ad esempio, ci sono molte spiagge accessibili a persone con deficit motori nella Riserva naturale di Capo Gallo, in provincia di Palermo, che offe la possibilità di fare una passeggiata da sogno di circa km con lo sfondo di un meraviglioso promontorio carsico che si affaccia sul mare.

Tra spiagge pubbliche e lidi privati, sono in tutto 151 le spiagge accessibili in Sicilia, 40 soltanto a Siracusa che conta spiagge come quella di Sbarcadero, di Arenella, di Aretusa e in località Fontane Bianche.
A Catania, oltre ai tanti lidi privati, è possibile trovare spiagge accessibili sul lungomare di Ognina. A Palermo, oltre alla celebre e bellissima spiaggia di Mondello, si trovano lidi e spiagge in località Isola delle Femmine, in particolare sul lungomare. Le spiagge in grado di accogliere visitatori con disabilità motoria sono presenti anche a Enna, Messina, Ragusa e Trapani, nei pressi di strutture ricettive organizzate per ospitare ospiti con esigenze specifiche.

 

 

Photo Credits
Foto di wsfurlan da Canva

Articoli correlati

16 Maggio 2024

News & Info

Cosa vedere a Milazzo e dintorni

2 Maggio 2024

News & Info

Come arrivare da Roma alla Sicilia in nave: le info più importanti da sapere

26 Aprile 2024

News & Info

Sicilia in kayak: ecco dove andare

Prenota il traghetto per la Sicilia al miglior prezzo su TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni