Vacanze in Sicilia orientale con i bambini: itinerario e consigli utili per il viaggio

Non c’è niente di più bello che condividere una vacanza in famiglia. La Sicilia è la meta perfetta per arricchire le esperienze di grandi e piccini con tradizioni antiche, paesaggi magnifici, attività divertenti ed educative. Oggi parliamo della Sicilia Orientale e i suoi luoghi simbolo di storia e bellezza: dal mare alla natura incontaminata fino ad esplorare i vicoli suggestivi dei borghi del litorale, i bambini non vedranno l’ora di salire su un traghetto verso la Sicilia e ammirare tutte queste meraviglie in prima persona. Per prenotare il tuo viaggio in traghetto utilizza il nostro comparatore online: potrai scoprire le tariffe più convenienti in tempo reale, le offerte e le partenze disponibili dai principali porti italiani.

Vacanze in Sicilia orientale con i bambini, itinerario e consigli utili per il viaggio:

 

Taormina e Giardini Naxos, tra storia e mare

Il viaggio può cominciare dalla stupenda Taormina, una vera e propria città da cartolina adatta ad ospitare non solo grandi personalità del jet set, ma anche il divertimento dei bambini. Può essere facilmente raggiunta attraverso i collegamenti autostradali partendo dai porti di Catania, Messina e Milazzo.
Il Teatro Greco è il monumento più importante della città, da visitare però nelle ore meno calde della giornata, con una storia che affascinerà sicuramente i più piccoli. Sono messe a disposizione anche audioguide proprio per i bambini.
Oltre a godersi la splendida cittadina gustando gelati e granite tipici, è possibile visitare i giardini della Villa Comunale di Taormina per godersi i suoi bellissimi colori.
Le spiagge di Taormina sono formate per la maggior parte di sassi e ciottoli, e l’acqua diviene profonda a pochi metri dal litorale, ma c’è un luogo family-friendly adatto a tutti: Isola Bella, un piccolo isolotto collegato a Taormina a cui si accede a piedi o tramite la suggestiva funivia Taormina-Mazzarò.
La vera località ideale per bagni piacevoli e divertenti è quella di Giardini Naxos, che offre spiagge di sabbia dorata belle e ampie, come la spiaggia di Schisò, la spiaggia San Giovanni e la spiaggia Recanati Teocle. Alcuni lidi sono attrezzati con attrazioni e parchi giochi per bambini, e l’intera località offre panorami meravigliosi.

 

Vacanze nella natura: Gole dell’Alcantara ed Etna

Le Gole dell’Alcantara sono suggestivi canyon di roccia lavica modellati dal fiume Alcantara e circondati dai monti Nebrodi, Etna e Peloritani. Un paesaggio naturalistico mozzafiato che è possibile vivere assieme ai bambini, e che consigliamo di visitare nei mesi meno affollati della stagione calda per godere meglio della pace della natura. Qui le pareti di basalto creano forme particolari e bizzarre, quasi le avesse scolpite un artista.
Nella riserva naturale si può accedere al Parco Geologico e Botanico delle Gole dell’Alcantara, un’esperienza unica e interattiva per far vivere il fascino della natura incontaminata anche ai più piccoli. Tra filmati divertenti e itinerari naturalistici da sogno, sono stati organizzati percorsi educativi adatti ai bambini di tutte le età che possono conoscere divertendosi le meraviglie del territorio, tra flora e fauna. Prenotando un piccolo shuttle, inoltre, si possono ammirare le particolarità delle Gole dell’Alcantara, delle riproduzioni di alcuni animali preistorici vissuti qui e sparsi per tutti i sentieri.

Un’alternativa avventurosa a contatto con la natura è una divertente escursione sull’Etna, che ospita il celebre vulcano le cui attività hanno plasmato le bellezze del territorio. Sì, contrariamente al pensiero comune, è un’esperienza perfetta anche per i bambini, a patto che ci si affidi a guide esperte che segnalano i sentieri ideali per tutta la famiglia. Nel territorio esistono moltissimi parchi avventura, organizzazioni che offrono escursioni guidate o passeggiate in sella ad asinelli, cavalli e alpaca.

 

Catania, la città barocca

Proprio vicino al Parco dell’Etna si trova la città di Catania e il suo delizioso centro storico in stile barocco. Dalla Piazza del Duomo al Palazzo degli Elefanti (con le famose carrozze del Senato al suo ingresso, antichi mezzi che sfilano durante i festeggiamenti della santa patrona Sant’Agata) fino la splendida fontana “U Liotru”, si possono trascorrere le giornate passeggiando per i deliziosi vicoli della città seguendo la celebre via Etnea, dove si trovano i principali negozi di tipicità catanesi, tra cibo e artigianato.
Proprio una di queste botteghe a poca distanza dal Castello Ursino, l’antica bottega dei fratelli Napoli, è una tappa imperdibile se si viaggia con bambini. Qui vengono realizzati i pupi catanesi, le tradizionali marionette facenti parte dell’Opera dei Pupi (teatro delle marionette siciliano) proclamata nel 2001 dall’Unesco “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”. E infatti la bottega dei fratelli Napoli si occupa anche di organizzare spettacoli teatrali muovendo i fili dei Pupi, portando avanti una tradizione di un secolo che vale la pena conoscere con le sue curiosità e i suoi retroscena.

 

Siracusa, la culla del passato

Una delle città che vale la pena raggiungere assieme alla famiglia è Siracusa, che con la sua bellezza è in grado di raccontare secoli di storia scritta da numerosi popoli. Imperdibile è la tappa del Parco Archeologico di Neapolis, che ospita, tra le tante meraviglie, il Teatro Greco, l’Anfiteatro Romane e le Latomie del Paradiso, profonde grotte scavate nella roccia tra cui c’è il bizzarro Orecchio di Dioniso.
A circa 200 metri dal Teatro greco si trova uno dei luoghi perfetti per i bambini più curiosi: il Tecnoparco di Archimede. Questo luogo verde e rilassante di circa di 1700 mq ospita repliche e modelli in scala di strumenti e macchine del III secolo A.C. che si dice siano stati realizzati dallo scienziato Archimede, un personaggio storico strettamente collegato alla città di Siracusa.
Il centro storico di Siracusa è caratterizzato dall’isola di Ortigia, una vera e propria isola nell’isola, collegata al resto della città da due ponti.
Infine, anche a Siracusa si trova la tradizione dei Pupi: oltre alle botteghe che ancora le producono, si possono trovare nel Museo Aretuseo dei pupi, che custodisce l’unica collezione rimasta integra di pupi siracusani.

 

Photo Credits
Foto di unknown1861 da Canva

Articoli correlati

16 Maggio 2024

News & Info

Cosa vedere a Milazzo e dintorni

2 Maggio 2024

News & Info

Come arrivare da Roma alla Sicilia in nave: le info più importanti da sapere

26 Aprile 2024

News & Info

Sicilia in kayak: ecco dove andare

Prenota il traghetto per la Sicilia al miglior prezzo su TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni